Via Palestro, 30 - 26100 CREMONA • Tel. 0372 531175/0372 21757 - Fax 0372 222 649 • C. F. 80004700193
Cod. Mecc. crpm02000e • email crpm02000e@istruzione.it - pec: crpm02000e@pec.istruzione.it

Liceo delle Scienze Umane Economico-Sociale Comunicazione

Il principio formativo che caratterizza questo corso è lo sviluppo della consapevolezza delle capacità creative dello studente, nell’ambito della comunicazione del proprio pensiero, e della capacità di cogliere la rilevanza  e il peso di un testo di fronte al quale ci si trova, in qualsiasi ambito dell’esperienza.

In un contesto culturale che non incentiva i ragazzi a capire a fondo né a prestare attenzione al contenuto di un testo - di qualsiasi tipo esso sia -, la curvatura “Comunicazione” si pone come obiettivo principale proprio lo sviluppo negli studenti delle capacità di produzione e lettura.

Ben consapevoli inoltre che la tecnologia oggi è più veloce e agisce più prepotentemente della consapevolezza dei suoi effetti, i docenti del Liceo Anguissola propongono  - all’interno del corso del Liceo Economico Sociale - una curvatura che forma anche al distacco dalla prepotenza della massa incontrollabile di informazioni e dalla pervasività e invadenza dei media contemporanei. Si tratta quindi di un percorso quinquennale che parte dal consolidamento delle capacità comunicative e di lettura degli studenti, e arriva, attraverso successivi gradi di approfondimento teorico e di complessità di attività laboratoriali (dalla carta stampata, ai mezzi informatici del web, al teatro, all’audiovisivo), alla capacità di riflessione sul peso pedagogico, sociale, economico, culturale delle varie forme e dei numerosi strumenti contemporanei del comunicare.

I laboratori infatti sono progettati per far sperimentare agli studenti cosa significa creare o fruire un testo in situazione reale, per uno scopo e con un’intenzione predeterminati, prestando sempre attenzione alla pertinenza dei contenuti, alla linearità dell’argomentare e alle intenzioni comunicative.

Il corso quindi coniuga il saper fare con il patrimonio di cultura e conoscenze teoriche tipiche di un percorso liceale.

 

QUADRO ORARIO

MATERIE DI STUDIO

I

II

III

IV

V

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Comunicazione

2

2

2

1

1

Storia e geografia

2

2

-

-

-

Storia

-

-

2

2

2

Filosofia

-

-

2

2

2

Scienze umane

3

3

2

3

3

Diritto ed economia ed economia politica

3

3

3

3

3

Lingua e cultura straniera 1

3

3

3

3

3

Lingua e cultura straniera 2

3

3

3

3

3

Matematica e informatica

3

3

-

-

-

Matematica

-

-

3

3*

3*

Fisica

-

-

2

2*

2*

Scienze naturali

1

1

-

-

-

Scienze motorie e sportive

2

2

1

2

2

Storia dell’arte

-

-

2

2

2

Religione cattolica o Attività alternativa

1

1

1

1

1

Ore settimanali

27

27

30

30

30

*  Potenziamento modulare 1h

Tale recupero di ore sarà programmato dal consiglio di classe, nelle modalità ritenute più opportune, privilegiando le materie che possono, per consuetudine e tradizione, essere oggetto d’esame nelle sessioni degli Esami di Stato.

Le ore in oggetto, organizzate in blocchi e concentrati nel pomeriggio o distribuiti nelle seste ore, potranno vertere su recupero/potenziamento per eccellenze, compresenze per CLIL,  seminari, uscite didattiche tematiche e legate a progetti specifici incontri con autori o esperti.

Le scelte effettuate devono risultare agli atti.

 

PROFILO D’USCITA

La scuola offre basi culturali che consentono di accedere a qualsiasi facoltà universitaria, nel contempo agevola la prosecuzione degli studi nel campo sociale, giuridico-economico e della comunicazione.

Promuove la formazione integrale dei giovani, attraverso l’acquisizione di una cultura critica e sviluppa il senso di responsabilità, l'autonomia personale e la socialità, attraverso il confronto aperto delle idee e l'acquisizione di una coscienza civile.

 

Gli studenti, a conclusione di tale percorso di studio:

  • conosceranno e comprenderanno i caratteri dell’economia come scienza e del diritto come insieme delle regole che disciplinano la convivenza sociale.

  • individueranno le categorie antropologiche e sociali utili per la comprensione dei fenomeni culturali.

  • svilupperanno la capacità di leggere, misurare e interpretare, con l’ausilio di adeguati strumenti matematici, statistici, informatici, i fenomeni economici e sociali;

  • utilizzeranno le prospettive filosofiche, storico-geografiche e scientifiche nello studio delle interdipendenze tra i fenomeni internazionali, nazionali, locali e personali;

  • sapranno identificare il legame esistente fra i fenomeni culturali, economici e sociali e le istituzioni politiche;

  • avranno acquisito in una seconda lingua moderna strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello  B1 del  Quadro Comune Europeo  di Riferimento.

 



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.